Trabucchi d’Illasi

 

Un terroir non è costituito da puri elementi oggettivi, ma vive ed è connesso all’evoluzione dell’animo umano. La congiunzione tra le due cose produce l’irrepetibilità del vino, legata strettamente al suo produttore, che deve avere ben chiari gli elementi e la conoscenza di quanto ha a disposizione, a partire dal terreno, dalla sua composizione articolata, geologica e ampelografica, che si integra con la complessità dell’intero sistema. Ecco perché la vite è strettamente legata alla modalità con cui la si coltiva e all’ambiente in cui è messa a dimora. Su questo terreno la Corvina si caratterizza per vini freschi e profumati, di cui siamo fieri, ma non per questo paghi. Siamo solo all’inizio di una storia ancora tutta da raccontare.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.