Sartori

 

 

Quando penso a Verona penso a qualcosa di unico. Vedo una città fantastica, elegante, che adoro per essersi mantenuta vitale, nonostante i secoli e l’evolversi dei tempi, avendo coniugato la storia al presente, non perdendo mai di vista il sano provincialismo che la caratterizza, abbinato alla saggezza e laboriosità delle sue genti. Amo questa città per essere l’emblema dell’amore, della lirica, della passione per il vino. Con il solito entusiasmo vivo il fantastico territorio della Valpolicella che si stende alle sue porte, a cui noi Sartori siamo legati come vignaioli da ben quattro generazioni. Questo è un’areale vitivinicolo storicamente chiuso, poco incline all’apertura, radicato nella tradizione contadina, che trainata dai suoi vini ha saputo modificarsi, allargandosi al mondo, ma senza disconoscere l’antico saper fare.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.