Fattoria Felsina

 

Se dovessi accostarti a qualcuno, lo farei paragonandoti a un fratello, anzi quasi, quasi a un mio gemello con il quale ho avviato la mia esistenza qui a Felsina. Quindi è facile comprendere come sia in simbiosi con te, come vitigno, e con questo ultimo lembo del Chianti Classico posto a ridosso di Castel Nuovo Berardenga, il cui areale osservo spesso dal Podere Arcidosso, notando il confine venuto a costituire, nell’ambito geologico, tre milioni e mezzo di anni a che separa quel susseguirsi di ondulati rilievi dall’antico sapore di grano che s’incuneano fra Montalcino e Montepulciano e queste terre dove nasci come Chianti e si vestono del verde della vite e del bosco, dove la solitaria quercia inizia a mischiarsi al frassino, all’acero e alla macchia.

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.